Archivi autore: Francesco Angeli

PRESIDENTE DI AZIONE TRANS VINCE CAUSA PER DIFFAMAZIONE CONTRO L’EX DIRETTORE DEL TEMPO GIANMARCO CHIOCCI E LA GIORNALISTA VALENTINA CONTI

A marzo 2018 l’attivista e presidente di Azione Trans Richard Bourelly era stato invitato dagli studenti del liceo Newton di Roma per intervenire durante la co-gestione, essendo anche un noto YouTuber e divulgatore. La sera prima la dirigente scolastica annullava l’incontro per “motivi tecnici”, ma la mattina seguente sul quotidiano Il Tempo la giornalista Valentina Conti scriveva che, secondo la preside, l’incontro sarebbe stato annullato perché l’ospite voleva parlare dei suoi trascorsi con la droga e il carcere. Bourelly sostenuto dall’avvocato Alessandro Cataldi di Gay Help Line e Azione Trans, dopo quattro anni di lotta oggi vede riconosciuta in tribunale la verità. La condanna nei confronti dell’Ex direttore de Il Tempo Gianmarco Chiocci, oggi direttore di ADNKronos, e la giornalista Valentina Conti è per diffamazione a mezzo stampa, per non aver verificato la fonte né contattato il diretto interessato prima di pubblicare la notizia falsa.

L’articolo di giornale diffamatorio del 20 marzo 2018 titolava: “La preside invita il trans a fare lezione, non parlerà di quel mondo ma racconterà le sue esperienze negative” e recitava “non è un racconto sul mondo trans, ma un incontro in cui racconterà le sue esperienze negative come la droga e il carcere, che è riuscito a superare”.

Richard Bourelly, presidente di Azione Trans dichiara: “La vita e il lavoro delle persone trans, soprattutto donne, vengono quasi giornalmente screditati e messi in discussione dai nostri media. Anche violando la nostra privacy e utilizzando linguaggi offensivi o scorretti. Sono felice del fatto di aver avuto al mio fianco anche Gay Center.”

“Gay Help Line 800.713.713 anche in collaborazione con Azione Trans garantisce ascolto e consulenza gratuita, anche legale, a tutte le persone lgbt+ o alleate che hanno bisogno di supporto per difendere i propri diritti e la propria dignità, grazie al lavoro di decine di operatori e operatrici nonché team professionali al servizio della comunità” spiega la coordinatrice del servizio, Alessandra Rossi. Mentre Pietro Turano, portavoce del Gay Center, conclude: “Sperando che in quattro anni siano stati risolti i problemi tecnici del Newton, rimaniamo disponibili per organizzare incontri nella scuola, come facciamo da anni in moltissime altre”

26 FEBBRAIO | H 18:00 | PRESENTAZIONE DEL LIBRO BARBA DI ALEC TRENTA

Gay Center con Libreria Antigone Roma presenta 
“Barba” il primo fumetto di Alec Trenta 
saranno presenti l’autore e Pietro Turano 
Sabato 26 febbraio ore 18 @ Gay Center (Via Galvani 51F, Roma)
ingresso gratuito 
«Prima solitudine e vuoto, vai rubando pezzi di identità altrui. Poi inizi a riconoscerti. In mezzo uno scarto, che avviene anche grazie a libri come questo» Pietro Turano
«Sono nato Lisa, ma dentro sono sempre stato Ale. Devo solo darmi il consenso a essere me stesso. Perché alla fine, nei tuoi fondali, lo sai chi sei. Anche se non è facile arrivarci». Il percorso di Ale è pieno di domande: sarò sempre io? Il mio cane continuerà a riconoscermi? Smetterò di essere un paguro sensibile e diventerò una bestia testosteronica? Potrò continuare a ballare le canzoni di Beyoncè? Ma anche di traguardi sorprendenti: dalle reazioni amorevoli della madre al primo incontro con lo psicologo, dai rapporti che cambiano (o no) con gli amici e le amiche al legame speciale con Celeste, di cui si innamora. Ale scopre che la vera domanda non è cosa significa essere uomo o cosa significa essere donna, ma cosa significa essere se stessi.

19 FEBBRAIO | 15-18 | CONVEGNO GENERE E IDENTITA’

Gay Center e Azione Transcon la partecipazione di Luiss University Presspresentano il I Convegno Gay Help Line..Genere e Identitàil benessere delle persone transgender e gender non conformingin età giovane e adulta
Sabato 19 febbraio | h 15 – 18presso Gay Center – via Luigi Galvani 51FRelatori:

  • Laura Erickson-Schroth, psichiatra Columbia University, NY
  • Benjamin Davis, psicoterapeuta Full Spectrum Creative Arts Therapy, NY
  • Maddalena Mosconi, psicoterapeuta Area Minori SAIFIP
  • Francesco Lombardo, endocrinologo Umberto I – La Sapienza
  • Richard Thunder, sociologo Azione Trans

.Un’occasione per confrontarsi con personalità di rilievo a livello nazionale e internazionale in ambito scientifico,  per mettere al centro il principio di autodeterminazione e il supporto professionale ai percorsi di affermazione di genere.Questo convegno sarà un’occasione per informare e dare strumenti di conoscenza a chi ha responsabilità educative e di cura nei confronti di adolescenti e giovani con incongruenza di genere..

Scarica il materiale informativo.

* si ringrazia Fumettibrutti per l’illustrazione in locandina realizzata ad hoc e gentilmente concessa per il convegno

LEGGE OMOTRANSFOBIA: AL SENATO NESSUNA ULTERIORE MEDIAZIONE AL RIBASSO

La legge contro l’omofobia e la transfobia si appresta ad affrontare la votazione in Senato tra veti e condizioni irresponsabili mascherati da tentativi di mediazione.

Non è possibile accogliere mediazioni ulteriori su un testo di legge che ha già conosciuto modifiche a ribasso durante il percorso alla Camera.

Questo testo infatti, conferma tutele differenti per le persone LGBT+ (lesbiche, gay, bisex e trans) rispetto a quelle previste per altre discriminazioni e atti d’odio.

L’assenza di sanzioni penali in tema di propaganda d’odio e l’inserimento dell’art. 4 a tutela di opinioni e convincimenti sono già punti critici, che non consentiranno di avere strumenti di tutela contro l’hate speech o il cyberbullismo, che tollereranno che le persone LGBT+ continuino a sentirsi chiamare inferiori o malate.

Allo stesso modo, l’art. 7 subordina le iniziative di informazione e cultura del rispetto contro l’omotransfobia nelle scuole al consenso genitoriale e all’approvazione del piano formativo triennale, come fossero valori negoziabili, un’offerta integrativa e non indispensabile.

Lo diciamo con forza: la formazione nelle scuole va incontro ai ragazzi che subiscono la violenza, li solleva da una condizione che mette a rischio la loro incolumità e il diritto all’istruzione; va incontro ai docenti e alle figure educative, per informarli e dare loro strumenti di riconoscimento e gestione delle situazioni di rischio.

Diciamo no a ulteriori interventi di emendamento, che mirano a sottrarre tutele a chi è vittima di odio a causa della propria identità di genere: diciamo no a chi intende creare un principio segregante per tutte le persone attaccate, aggredite, bullizzate per aver esercitato il proprio diritto fondamentale e irrinunciabile all’identità.

Una legge contro l’ omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia è e deve essere una legge di civiltà, lontana dell’influenza delle ideologie e dai giochi di potere.

Chiediamo ai Senatori e alle Senatrici di questo Paese uno strumento di tutela, in grado di far rispettare il principio di uguaglianza alla base della nostra costituzione. Aspettiamo da troppo tempo.

Gay Center – Arcigay Roma – Azione Trans – Differenza Lesbica RomaMODIFICA